50 anni, 50 KG di Squat ed addio al mal di schiena!

emi squat videoLa nostra affezionata cliente soffriva di lombalgia cronica. Pilates, massaggi, stretching, yoga, ginnastica posturale hanno alleviato il dolore ma non risolto la situazione.  Come sappiamo nella vita quotidiana capita frequentemente di compiere movimenti di routine potenzialmente pericolosi come raccogliere un peso da terra e a quanto parte le “cure” tradizionali da questo punto di vista non hanno portato giovamento. Alla prima distrazione infatti la recidiva si presentava puntuale, con dolori acuti e disagi nel movimento per giorni. Spesso per alleviare il dolore si innesca una perpetua gara al ribasso con la tendenza a togliere ogni potenziale pericolo per non incorrere nella recidiva. Non sollevare pesi da terra, non stare sdraiati in un certo modo, non stare troppo in piedi, troppo seduti, non correre, non andare in bici…. ma che vita è questa? E’ chiaro che la nostra ricetta non è adatta a tutte le lombalgie e che ogni soggetto va valutato nella sua totalità oltre che supervisionato da un medico, ma partendo dal semplice concetto che il corpo umano è stato ideato per nutrirsi di movimento, con lo stile di vita odierno, i conti non tornano. Ore sedute davanti ad una scrivania sia da bambini, che da adolescenti, che da adulti affamano di movimento il nostro corpo fino a portarlo ad un “anoressia da mancanza di movimento” e quando ti muovi poi non se i più in grado di produrre dei movimenti sani ed efficaci. Ma veniamo quindi alla nostra ricetta. Tanta tecnica e carichi progressivi, oltre che ad un attenta rieducazione neuromuscolare per l’attivazione dei muscoli del core (addominali, trapezio, gluteo) ed allungamento dei muscoli flessori ed estensori dell’anca. Tanti concetti da inseguire nel tempo per arrivare all’ottima esecuzione dello squat come in questo video. Quello che sembra un semplice movimento comporta una percezione della corretta posizione della schiena, la capacità di irrigidire il core e di mettere in condizione la colonna di sopportare agevolmente la compressione del peso, equilibrio, ritmo ed anche trofia muscolare. Anche in questo caso infatti il bello è anche sano: un gluteo trofico e tonico è la migliore garanzia per salvaguardare la zona lombare dal sovraccarico. Buon movimento quindi… alla prossima.

Comments are closed.